Durante il vertice sulla crisi in Afghanistan che si è tenuto il 12 ottobre in videoconferenza, i leader e i ministri del G20 hanno deciso di mandare aiuti attraverso l’Onu e le sue agenzie. L’Unione europea si è impegnata a donare un miliardo di euro per affrontare la crisi umanitaria in corso e altre risorse arriveranno dal Fondo monetario internazionale e dalla Banca Mondiale, scrive Tolo News. Avere contatti con i taliban sarà inevitabile, ha detto il presidente di turno del G20 Mario Draghi, ma questo non significa riconoscerne il governo.

Questo articolo è uscito sul numero 1431 di Internazionale, a pagina 35. Compra questo numero | Abbonati