New York, 8 novembre 2021 (Angus Mordan, Bloomberg/Getty Images)

L’8 novembre gli Stati Uniti hanno ufficialmente riaperto le frontiere ai visitatori stranieri vaccinati contro il covid-19. “Una bella notizia per migliaia di famiglie rimaste separate per più di un anno mezzo”, scrive il New York Times. “E anche per l’industria del turismo, che spera nell’arrivo di viaggiatori internazionali in vista delle feste di fine anno. L’assenza di turisti stranieri, infatti, ha colpito particolarmente le grandi città”. Secondo le stime, nel 2020 New York ha perso sessanta miliardi di dollari e quasi novantamila posti di lavoro. Hanno sofferto anche le città al confine con il Messico – in particolare San Diego – e con il Canada.

Questo articolo è uscito sul numero 1435 di Internazionale, a pagina 30. Compra questo numero | Abbonati