In Giappone un conducente di treno, di cui non sono state diffuse le generalità, ha fatto causa al suo datore di lavoro, la compagnia ferroviaria West Japan (JR West). L’uomo ha avuto una trattenuta sullo stipendio a causa di un ritardo che secondo lui non è successo per colpa sua. Il ritardo è stato di un minuto, la trattenuta di 43 yen, circa 33 centesimi di euro. All’inizio la multa era di 85 yen, ma la JR West aveva accettato di ridurla dopo che il lavoratore aveva minacciato di ricorrere in tribunale. Lo sconto non è bastato: l’uomo ha citato la JR West chiedendo il rimborso della trattenuta più due milioni e 200mila yen (16.800 euro) di risarcimento per danni morali.

Questo articolo è uscito sul numero 1436 di Internazionale, a pagina 96. Compra questo numero | Abbonati