Il 17 novembre il governo brasiliano ha presentato un nuovo programma di welfare, Auxílio Brasil, che assicurerà aiuti finanziari a milioni di famiglie povere, scrive l’Associated Press. Auxílio Brasil prende il posto di Bolsa familia, un’iniziativa simile lanciata nel 2003 dall’allora presidente Luiz Inácio Lula da Silva. Il nuovo programma aumenta in media il sussidio mensile da 190 a 224 real (circa 40 dollari) e allarga la platea dei beneficiari, che passa da 14,5 a 17 milioni di famiglie. “Si tratta però solo di metà delle persone che hanno ricevuto gli aiuti legati alla pandemia, scaduti a ottobre”. Molti esperti, inoltre, hanno dubbi sulla copertura finanziaria del programma.

Questo articolo è uscito sul numero 1437 di Internazionale, a pagina 116. Compra questo numero | Abbonati