Circa un quinto dell’inquinamento idrico industriale è dovuto ai coloranti sintetici per tessuti. L’indaco, per esempio, è sintetizzato a partire dall’anilina (un derivato del petrolio), dalla formaldeide e dal cianuro, attraverso un processo ad alte temperature. La ricercatrice Tammy Hsu racconta su Nature che l’obiettivo della start-up Huue, che ha fondato a Berkeley, in California, è produrre l’indaco per i jeans in modo ecosostenibile, sfruttando la fermentazione microbica. I batteri Escherichia coli sono programmati geneticamente per sintetizzare l’indaco a partire dallo zucchero, senza usare sostanze inquinanti.

Questo articolo è uscito sul numero 1437 di Internazionale, a pagina 108. Compra questo numero | Abbonati