I genitori di Ethan Crumbley, il ragazzo di 15 anni che ha ucciso quattro studenti in una scuola del Michigan, sono stati incriminati per omicidio colposo. Secondo la procura, Jennifer e James Crumbley avrebbero regalato al figlio l’arma usata nella strage e avrebbero ignorato i comportamenti preoccupanti che il ragazzo aveva mostrato e che gli insegnanti avevano denunciato nei giorni prima della strage. Il Washington Post spiega che in trenta stati i genitori sono obbligati per legge a tenere le armi fuori della portata dei figli, ma raramente vengono incriminati per le uccisioni nelle scuole. “Più della metà delle stragi degli ultimi 22 anni si sarebbero potute evitare se i ragazzi non avessero avuto accesso alle armi”.

Questo articolo è uscito sul numero 1439 di Internazionale, a pagina 31. Compra questo numero | Abbonati