Elvis Gonzalez, Getty Images

“Il 19 dicembre al secondo turno delle elezioni presidenziali i candidati ( nella foto ) Gabriel Boric e José Antonio Kast porteranno modelli opposti di paese: il primo, sostenuto dalla sinistra, propone di rafforzare lo stato e di puntare su diritti universali come l’istruzione e la sanità gratuita; il secondo, di destra, si presenta come il difensore dell’ordine perduto dopo le rivolte sociali scoppiate nel 2019”, scrive El País. “Ma entrambi dopo il primo turno stanno moderando le loro posizioni in cerca dei voti del centro”.

Questo articolo è uscito sul numero 1440 di Internazionale, a pagina 20. Compra questo numero | Abbonati