Un gruppo di 23 fondi d’investimento che gestisce 4.100 miliardi di dollari ha inviato una lettera alle principali cinquanta aziende chimiche mondiali chiedendogli di mettere fuori produzione le sostanze più dannose per l’ambiente e la salute delle persone, scrive la Reuters. A causa di questi prodotti, dicono, le aziende rischiano perdite ingenti.

Questo articolo è uscito sul numero 1440 di Internazionale, a pagina 109. Compra questo numero | Abbonati