Gli studi biologici sul cancro, su cui si basano le sperimentazioni cliniche, sono spesso imperfetti. Ripetendoli difficilmente si ottengono gli stessi risultati. Un’indagine recente rivela che è stato possibile replicare con successo solo cinquanta esperimenti su 193. Inoltre, in molti casi gli articoli non riportano dati essenziali o non descrivono accuratamente il procedimento. Solo in pochi casi gli autori degli studi originari hanno aiutato i colleghi a ripetere l’esperimento, scrive eLife.

Questo articolo è uscito sul numero 1440 di Internazionale, a pagina 102. Compra questo numero | Abbonati