Mandel NGAN, AFP/Getty Images

La principessa saudita Basmah bint Saud ( nella foto ), sostenitrice dei diritti umani e critica nei confronti del cugino, il principe ereditario Mohammed bin Salman, è stata rilasciata l’8 gennaio insieme alla figlia Souhoud al Sharif. Erano state arrestate nel marzo 2019 e detenute per quasi tre anni senza un capo d’accusa, ricorda Al Bawaba. Le autorità hanno mantenuto il silenzio sull’arresto e sul rilascio. Per gli attivisti sauditi, la principessa è stata punita per aver denunciato la repressione dei dissidenti e le politiche contro le donne.

Questo articolo è uscito sul numero 1443 di Internazionale, a pagina 29. Compra questo numero | Abbonati