Dal 1 giugno 2023 gli Emirati Arabi Uniti introdurranno un’imposta sugli utili delle imprese. L’obiettivo, scrive il Wall Street Journal, è di adeguarsi agli standard internazionali sulla trasparenza fiscale. Oggi il piccolo paese mediorientale è di fatto un paradiso per le aziende e per gli individui. L’imposta avrà un’aliquota del 9 per cento, che sarà applicata su utili di almeno 375mila dirham (102mila dollari). Restano escluse le aziende legate allo sfruttamento delle risorse naturali, come quelle che estraggono petrolio. La misura, inoltre, non interessa i singoli cittadini, che non pagano neanche l’imposta sulle rendite immobiliari e su quelle finanziarie.

Questo articolo è uscito sul numero 1446 di Internazionale, a pagina 102. Compra questo numero | Abbonati