Fonti di energia elettrica nell’Unione europea, 2020, % (fonte: Eurostat)

Il 2 febbraio la Commissione europea ha presentato la sua proposta di tassonomia per gli investimenti sostenibili, che dovrebbe certificare la conformità delle attività economiche agli obiettivi europei in materia di clima e ambiente. Nonostante le forti polemiche suscitate a gennaio dalla decisione di includere le centrali nucleari e a gas nella bozza del documento e le divisioni all’interno della stessa Commissione, Bruxelles ha confermato la scelta per non rimettere in discussione il compromesso raggiunto con la Francia e gli altri paesi che hanno puntato sulle due fonti, calcolando che gli stati contrari non riusciranno a bloccare la proposta al Consiglio europeo, spiega Politico. La tassonomia però dovrà essere approvata anche dal parlamento di Strasburgo, dove i verdi cercheranno di sfruttare il malcontento tra gli eurodeputati per mettere insieme i voti necessari a bocciarla .

Questo articolo è uscito sul numero 1446 di Internazionale, a pagina 32. Compra questo numero | Abbonati