Unione europea

A Berlino si sceglie il successore di Angela Merkel

Un euroscettico, un esperto di affari esteri, un importante uomo di partito: chi vincerà la presidenza del partito cristianodemocratico sarà candidato alla cancelleria alle elezioni di settembre. Una scelta di peso anche per l’Europa. Leggi

Terzo appuntamento del festival di Internazionale

Il 16 e 17 gennaio quattro incontri per capire cosa sta succedendo in Europa: le conseguenze economiche e politiche della pandemia, l’avanzata dell’estrema destra populista, l’esempio della Bielorussia. Leggi

pubblicità
Orfano di Trump, il presidente turco corteggia l’Unione europea

Con l’avvicinarsi della nuova amministrazione statunitense, Erdoğan prova a riallacciare i rapporti con Bruxelles per evitare nuove sanzioni e rivitalizzare l’economia del paese. Leggi

Nel 2021 l’Europa deve guardare avanti

Cosa aspettarsi dopo un anno terribile come il 2020? La maggior parte delle persone ambisce semplicemente al ritorno a un passato. Le aspettative sono basse, forse anche troppo. Leggi

Perché l’Europa sta facendo un regalo politico a Pechino?

Le relazioni con la Cina sono la questione strategica globale di questo secolo. Se gli Stati Uniti hanno scelto la linea dura di una guerra fredda, i paesi europei cercano una loro strada autonoma, che fa discutere. Leggi

pubblicità
L’accordo sulla Brexit lascia aperte molte questioni

Il primo ministro britannico Boris Johnson canta vittoria, ma l’accordo raggiunto il 24 dicembre non affronta il principale prodotto economico del Regno Unito e non risolve il nodo delle relazioni con l’Unione europea. Leggi

Correva l’anno 2020

Se pensiamo all’anno appena passato, è difficile ricordare che è cominciato senza la pandemia. Ma è tornando all’inizio del 2020 che si riesce a capire come il covid-19 ha pesato sulla politica in tanti scenari strategici del mondo. Leggi

Chi sono quelli che si oppongono al vaccino per il covid in Europa

Mentre i governi preparano piani vaccinali contro il covid-19, in tutta Europa i no vax protestano tra teorie del complotto, estrema destra e negazionismo. Leggi

Il Consiglio europeo riporta la politica nel cuore dell’Ue

L’Europa è stata rimproverata di essere guidata da un’anonima burocrazia. Il vertice dei capi di stato e di governo dell’11 e 12 dicembre riporterà in primo piano le decisioni negoziate dai leader eletti nei 27 paesi. Leggi

La Romania divisa dopo il voto deve preoccupare l’Unione europea

Oggi il paese è spaccato tra città moderne e piccoli centri rurali spopolati. Sul lungo periodo l’Europa potrà avanzare solo quando paesi come la Romania supereranno le loro contraddizioni. Leggi

pubblicità
L’economia britannica è sull’orlo del caos

A Londra restano pochi giorni per ratificare un accordo con l’Unione europea ed evitare il disastro nel commercio, nei trasporti e nelle forniture alimentari, farmaceutiche e di strumenti tecnologici. Leggi

Varsavia e Budapest bloccano il piano di rilancio dell’Unione europea

La Polonia e l’Ungheria hanno posto il veto sul vincolo che lega i finanziamenti europei per contrastare la pandemia al rispetto dello stato di diritto, una clausola che riguarda direttamente la regressione democratica dei due paesi. Leggi

Il futuro dell’Unione di fronte alla divisione degli Stati Uniti

I rapporti con Washington non saranno in ogni caso mai più come quelli prima di Trump. L’Europa deve avere un ruolo autonomo in un mondo che cambia. Leggi

Per la Brexit il tempo stringe e il disastro va evitato

Nelle trattative commerciali è l’economia più forte che guida le danze, e i negoziatori dell’Ue immaginano quindi che Johnson stia bluffando. Ma forse farebbero bene ad aiutare Johnson nel mascherare la sua sconfitta. Leggi

L’Europa unita sanziona Mosca per la vicenda Navalnyj

Anche senza un politica estera comune, i 27 paesi dell’Ue stanno costruendo una strategia che finora ha riguardato la Russia e la Turchia, e che avrà ricadute anche sui rapporti con la Cina. Leggi

pubblicità
Ora la Germania deve far crescere le ambizioni dell’Europa

A trent’anni dalla sua riunificazione il paese si sta assumendo la responsabilità dell’Unione. Ma dev’essere più audace in materia economica e nelle relazioni con le grandi potenze mondiali. Leggi

Un passaporto dell’Unione europea vale oro

Cipro ha venduto passaporti per sette miliardi di dollari dal 2013, pari a un quarto del pil annuale dell’isola. Il governo ungherese li concede per avere più elettori filogovernativi. Un libretto bordeaux può fare la differenza. Leggi

L’alta corte europea condanna la deriva illiberale ungherese

Il premier ungherese aveva ordinato la chiusura dell’università finanziata dalla fondazione Soros. Per l’Unione europea è arrivata l’ora della coerenza e di imporre il rispetto dello stato di diritto. Leggi

L’immigrazione legale conviene a tutti

Concedere più visti di lavoro ridurrebbe il sovraccarico dei sistemi d’asilo, limiterebbe il traffico di esseri umani e aiuterebbe le economie dei paesi di partenza e di destinazione. Leggi

Viktor Orbán rilancia la sua guerra culturale all’Europa

Il primo ministro ungherese ha pubblicato un manifesto in cui rivendica le sue posizioni illiberali: per lui Stati Uniti e l’Italia sono decisivi nella sfida dell’estrema destra al progetto europeo. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.