Pechino, 30 gennaio 2022 (Andy Wong, Ap/Lapresse)

Alcune delle misure messe in campo dalle autorità cinesi contro il diffondersi del covid-19 e per il periodo delle Olimpiadi invernali potrebbero rimanere in vigore anche in futuro, avvertono gli esperti di Cina. Perché, oltre ad avere effetti sulla salute pubblica, la chiusura dei confini, la limitazione e il tracciamento degli spostamenti, i lockdown e la quarantena in strutture apposite servono anche a rafforzare il controllo del Partito comunista sulla popolazione, scrive il Financial Times. La crisi sanitaria è anche una crisi politica, dice Diana Fu della Brookings institution, perché mette alla prova la legittimità e le capacità dello stato monopartitico. La chiusura delle frontiere non peserà molto sull’economia, perché le esportazioni si sono già riprese, al limite ci sarà un lieve calo dei consumi interni.

Questo articolo è uscito sul numero 1446 di Internazionale, a pagina 28. Compra questo numero | Abbonati