Nella serie di Chris Long, basata su quella israeliana False flag, Uma Thurman interpreta Katherine, un’importante donna d’affari il cui figlio viene rapito da criminali che indossano le maschere della famiglia reale britannica. Il filmato del rapimento in un hotel di New York diventa virale. E mentre le autorità statunitensi e britanniche mettono sotto torchio alcuni sospettati, Katherine si chiede se rivelare alcuni segreti di cui è a conoscenza potrebbe far liberare il figlio. Ma il vero crimine a cui si assiste in Suspicion è come viene sprecata la presenza di una grande star del calibro di Uma Thurman. Variety

Questo articolo è uscito sul numero 1446 di Internazionale, a pagina 82. Compra questo numero | Abbonati