I ricercatori dell’università Tufts e dell’istituto Wyss di Harvard, negli Stati Uniti, sono riusciti per la prima volta a rigenerare la zampa di uno xenopo liscio (Xenopus laevis), una rana diffusa in Africa australe e priva di capacità rigenerative naturali. Il metodo prevede la somministrazione per ventiquattr’ore di un cock­tail di farmaci, tra cui alcuni che stimolano la crescita di fibre nervose, vasi sanguigni e muscoli. Nel giro di diciotto mesi la zampa si è riformata e la rana era in grado di muoversi e nuotare. La speranza, scrive Science Advances, è che in futuro farmaci di questo tipo possano favorire la rigenerazione di tessuti e organi umani danneggiati a causa di malattie o incidenti.

Questo articolo è uscito sul numero 1446 di Internazionale, a pagina 97. Compra questo numero | Abbonati