La dracunculiasi, una malattia infettiva causata dal parassita Dracunculus medinensis (verme di Guinea), è quasi scomparsa, scrive Nature. Nel 2021 sono stati segnalati solo quattordici casi nel mondo, quasi il 50 per cento in meno rispetto all’anno precedente. Nel 1986 tre milioni e mezzo di persone soffrivano di questa parassitosi in Africa e in Asia. Oggi i casi sono limitati a un’area ristretta dell’Africa tra Ciad, Mali, Etiopia e Sud Sudan. I passi avanti sono dovuti a un programma internazionale di contenimento dei contagi basato sul controllo della qualità dell’acqua.

Questo articolo è uscito sul numero 1448 di Internazionale, a pagina 99. Compra questo numero | Abbonati