Il 17 febbraio Amazon ha raggiunto un accordo a livello globale grazie al quale il suo sito continuerà ad accettare le carte di credito emesse dalla Visa. L’intesa, spiega il Financial Times, mette fine a un lungo scontro tra le due aziende. Nel novembre 2021 il colosso statunitense del commercio on­line aveva annunciato che a partire dal 19 gennaio 2022 avrebbe bloccato i pagamenti con carte di credito Visa emesse nel Regno Unito, sostenendo che la Visa aveva aumentato eccessivamente le provvigioni sui pagamenti effettuati nel paese. Il 17 gennaio, però, aveva ritirato l’ultimatum, avviando delle trattative per raggiungere un compromesso.

Questo articolo è uscito sul numero 1449 di Internazionale, a pagina 100. Compra questo numero | Abbonati