Yasuyoshi CHIBA, AFP/Getty Images

Almeno quattordici persone sono morte in un attentato suicida in un ristorante di Beledweyne. L’attacco è avvenuto il 19 febbraio, il giorno prima delle elezioni legislative in questa città della Somalia centrale. Secondo The Standard la minaccia del gruppo terrorista Al Shabaab incombe sul voto negli stati della federazione somala che, in ritardo di più di un anno, devono scegliere i rappresentanti al parlamento nazionale. L’assemblea eleggerà poi il presidente, che sostituirà Mohamed Abdullahi Mohamed ( nella foto ).

Questo articolo è uscito sul numero 1449 di Internazionale, a pagina 29. Compra questo numero | Abbonati