Trasformare il settore manifatturiero per renderlo sostenibile dal punto di vista ambientale è un obiettivo importante, e la biologia sintetica può dare una mano. Alcuni ricercatori hanno descritto su Nature Biotechnology un metodo che usa una versione modificata del batterio Clostridium autoethanogenum per produrre composti chimici come l’acetone da scarti di produzione industriale. Il processo assorbe anidride carbonica e potrebbe avere effetti positivi sulla crisi climatica.

Questo articolo è uscito sul numero 1449 di Internazionale, a pagina 95. Compra questo numero | Abbonati