Per la prima volta un tribunale ha riconosciuto un risarcimento alle persone sterilizzate forzatamente in base a una legge sull’eugenetica abolita nel 1996. La legge doveva prevenire la nascita di “bambini inferiori”. L’alta corte di Osaka ha ordinato al governo di pagare un totale di 214mila euro a tre persone che si erano rivolte ai giudici, scrive l’Asahi Shimbun.

Questo articolo è uscito sul numero 1450 di Internazionale, a pagina 22. Compra questo numero | Abbonati