Badghis, gennaio 2022 (Abdul Raziq Saddiqi, Ap/LaPresse)

I fondi del Programma alimentare mondiale (Pam) per alleviare la crisi umanitaria in Afghanistan causata da anni di guerra e siccità stanno finendo, scrive Tolo News. È l’allarme lanciato il 7 marzo dall’agenzia delle Nazioni Unite, secondo cui il 95 per cento delle famiglie nel paese non ha da mangiare a sufficienza. “Abbiamo bisogno di 1,6 miliardi di dollari per assistere 23 milioni di afgani”, ha specificato Wahidullah Amani, portavoce del Pam in Afghanistan. Secondo un rapporto dell’Onu pubblicato il 7 marzo, da quando i taliban hanno preso il potere sono almeno 400 i civili uccisi, più dell’80 per cento da affiliati al gruppo Stato islamico.

Questo articolo è uscito sul numero 1451 di Internazionale, a pagina 27. Compra questo numero | Abbonati