Andres Arango, un sacerdote cattolico, per 27 anni ha battezzato regolarmente i fedeli nelle sue parrocchie a Phoenix, in Arizona, e San Diego, in California. Purtroppo, perché il sacramento sia valido tutti questi battesimi dovranno essere celebrati di nuovo: durante il rito

Arango diceva “ti battezziamo” anziché “io ti battezzo”, violando la dottrina della chiesa cattolica. La diocesi di Phoenix ha dichiarato che se un fedele è stato battezzato con una formula scorretta, questo rende nulli anche i sacramenti che ha ricevuto dopo, come la cresima e il matrimonio. Rimane valida solo la prima comunione.

Questo articolo è uscito sul numero 1452 di Internazionale, a pagina 90. Compra questo numero | Abbonati