Il 17 marzo Amazon ha annunciato un accordo per l’acquisizione degli studi cinematografici Mgm. Le autorità di vigilanza degli Stati Uniti e dell’Unione europea non si sono opposte all’operazione, nonostante le preoccupazioni per le dimensioni raggiunte dal colosso del commercio online, scrive il Financial Times. L’acquisizione, che ha un valore di 8,45 miliardi di dollari, è la più importante operazione dell’azienda di Jeff Bezos nel settore della comunicazione e dell’intrattenimento (dove è già presente con Amazon Studios e Prime Video) e la seconda più costosa dopo quella dei supermercati Whole Foods , realizzata nel 2017 per 13,7 miliardi di dollari.

Questo articolo è uscito sul numero 1453 di Internazionale, a pagina 100. Compra questo numero | Abbonati