Lima, 17 marzo 2022 (Sebastian Castaneda, Reuters/Contrasto)

Il 17 marzo migliaia di persone sono scese in piazza a Lima e in altre città del Perù per protestare contro la decisione della corte suprema che ha disposto la liberazione dell’ex dittatore Alberto Fujimori, 83 anni, condannato nel 2009 a venticinque anni di carcere per corruzione e crimini contro l’umanità. “Il tribunale”, spiega Bbc mundo, “ha ristabilito la grazia che era stata concessa nel 2017 dall’ex presidente Pedro Pablo Kuczynski per ragioni umanitarie e motivi di salute. Nel 2018 però la grazia era stata revocata per una serie d’irregolarità tecniche”. L’attuale presidente Pedro Castillo (sinistra), che affronta una procedura di destituzione in parlamento a cui dovrà rispondere il 28 marzo, non ha rilasciato commenti o dichiarazioni.

Questo articolo è uscito sul numero 1453 di Internazionale, a pagina 34. Compra questo numero | Abbonati