Il 17 marzo il senato argentino ha approvato l’accordo raggiunto a gennaio dal governo di Buenos Aires con il Fondo monetario internazionale (Fmi) sulla ristrutturazione del prestito da 57 miliardi di dollari concesso al paese nel 2018 per evitare l’insolvenza. L’intesa, scrive Saltwire, riguarda i 44,5 miliardi che l’Argentina deve ancora restituire.

Questo articolo è uscito sul numero 1453 di Internazionale, a pagina 100. Compra questo numero | Abbonati