Seoul (Keitma, Alamy)

Rompendo una consuetudine che durava da decenni, il presidente sudcoreano eletto Yoon Suk-yeol, che s’insedierà il 10 maggio, ha deciso di non usare la tradizionale sede presidenziale, la Casa Blu ( nella foto ), stabilendo invece il suo quartier generale al ministero della difesa. L’operazione, che costerà più di quaranta milioni di dollari, ha provocato reazioni diverse nel paese, e infastidito il presidente uscente, Moon Jae-in. Il Partito democratico di Moon, scrive Asia Times, accusa Yoon di essersi fatto influenzare dai maestri di feng shui , la pratica geomantica cinese secondo cui la Casa Blu sarebbe di cattivo auspicio.

Questo articolo è uscito sul numero 1454 di Internazionale, a pagina 28. Compra questo numero | Abbonati