YVES HERMAN, AFP/Getty Images

Il Partito laburista maltese, al potere dal 2013, ha vinto le elezioni del 26 marzo con il 55 per cento dei voti. Nel 2019 gli scandali di corruzione e i legami di alcuni membri del governo con persone coinvolte nell’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia avevano costretto alle dimissioni il premier laburista Joseph Muscat. Questa vittoria elettorale, commenta Malta Today, è frutto dell’opera di rinnovamento interno portata avanti dal suo successore Robert Abela ( nella foto ).

Questo articolo è uscito sul numero 1454 di Internazionale, a pagina 31. Compra questo numero | Abbonati