L’11 maggio la corte suprema indiana ha sospeso la legge antisedizione di epoca coloniale, scrive The Hindu. La maggior parte delle denunce di sedizione contro detrattori del governo o di politici degli ultimi dieci anni risalgono a dopo l’arrivo di Narendra Modi al governo nel 2014, scrive la Bbc.

Questo articolo è uscito sul numero 1460 di Internazionale, a pagina 36. Compra questo numero | Abbonati