Sacrificati

◆ Quando ho saputo che, dopo cinquant’anni, la corte suprema statunitense ha cancellato il diritto all’aborto, mi sono ricordato di un editoriale di qualche settimana fa (Internazionale 1460) in cui un pastore di una chiesa metodista esprimeva con grande onestà la sua opinione su questa ostinazione ideologica di difendere la vita prima della nascita, contrapposta all’indifferenza di stato e chiesa nei confronti di queste vite che sono messe al mondo. Considerando il suo ruolo, penso sia una riflessione incredibilmente lucida e coraggiosa, di chi preferisce la giustizia ai dogmi della propria chiesa.
Matteo Guiotto

Il tuo telefono
sa che sei incinta

◆ Dopo aver letto l’articolo di Zeynep Tufekci sul controllo informatico e di come i dati potrebbero essere usati, ho perso la labilissima speranza che ci sia un luogo dove aspirare a non essere spiati. E non c’è bisogno di essere dei veggenti per sapere con assoluta certezza che i dati oggi apparentemente neutri e inoffensivi, possono, con un cambio di regime, diventare armi letali in mano alle polizie di governi autoritari. Siamo in buona compagnia di Winston e Julia di 1984.
Giovanni Di Leo

Socialismo
o barbarie

◆ Su Internazionale 1465 si sono potuti leggere dei versi ben prima del consueto spazio riservato alla poesia tra le pagine del Pop, grazie agli stimolanti interventi di Ece Temelkuran e Jon Lee Anderson: i barbari di Kostantinos Kavafis hanno un curriculum e per Mario Benedetti un dito del Che è “abbastanza per mostrarci la strada”, mentre di Lumumba (come riportato su Internazionale 1464) è rimasto un dente che i reali del Belgio hanno restituito in occasione della loro prima visita nella Repubblica Democratica del Congo. Chissà se Nupes e Gabriel Boric sarebbero una soluzione anche per noi. Forse, per il momento, basterebbe, prendendo a prestito le parole del direttore, che “qualcuno in Italia se ne accorgesse”.
Daniele Baldisserri

Errata corrige

◆ A pagina 105 di Internazionale 1466, il cane nella foto è un bulldog francese. Su Internazionale 1462, la posizione di Pisa e Firenze nella mappa a pagina 38 non è corretta (dovrebbero trovarsi più
a sud).

Errori da segnalare?

Questo articolo è uscito sul numero 1467 di Internazionale, a pagina 16. Compra questo numero | Abbonati