Fiamme sull’oceano

◆ Dopo aver letto l’editoriale di Giovanni De Mauro sulla siccità (“Acqua”, Internazionale 1467) guardo la foto dell’incendio a Laguna Niguel, negli Stati Uniti, a pagina 14. L’immagine parla chiaro: le ville fotografate nel sud della California che sono state distrutte dall’incendio Coastal fire l’11 maggio scorso (a causa della siccità cronica nello stato americano) avevano tutte una piscina.
Maddalena

Dispersi sotto la polvere

◆Il 9 luglio, giorno in cui si festeggia l’indipendenza dell’Argentina, ho letto la rubrica di Giuliano Milani dedicata al libro di Ricardo Grassi sul periodo che precede la dittatura in Argentina (Internazionale 1468). Nello stesso numero mi era già tornato in mente questo paese: bastava soffermarsi sul rapporto relativo alla guerra civile in Colombia, durante la quale “se una persona scompariva o era uccisa, la società civile alimentava i sospetti con frasi come ‘di sicuro si era immischiato in qualcosa’”. In queste parole si ripropone l’idea del nemico interno come un cancro da estirpare, sempre attuale perché capace di evolversi e adattarsi in ogni contesto. Per esempio in Arabia Saudita, nel cui ritratto presentato da Julie Kebbi leggiamo di uomini in abiti civili che senza mandato arrestano e torturano per “mettere a tacere, con il pretesto della lotta al terrorismo, qualunque voce scomoda per il potere”. Infine, si evoca l’Argentina nel portfolio iracheno sui desaparecidos yazidi, i cui familiari sperano di ritrovarne i corpi su cui piangere grazie anche all’aiuto degli esperti argentini.
Daniele Baldisserri

Un passo verso la giustizia

◆ Ho molto apprezzato l’articolo sui processi in Germania per i crimini commessi dal 2011 dalla dittatura siriana nei confronti del suo popolo (Internazionale 1466). L’autrice però è frettolosa nell’accennare positivamente all’attività giudiziaria tedesca nei confronti dei propri criminali di guerra nazisti. Basta pensare ai vari casi in Italia. Ci sarebbe poi da riflettere a lungo sui crimini impuniti commessi nel periodo coloniale, per esempio in Africa. Ma questa è un’altra enorme pagina di storia che accomuna Germania, Francia, Italia, Belgio, Regno Unito, eccetera.
Gian Paolo Palli

Errata corrige

◆ Su Internazionale 1468 a pagina 54 la tabella riporta la lista dei primi dieci paesi europei per numero di collaborazioni con gli istituti cinesi.

Errori da segnalare? correzioni@internazionale.it

Questo articolo è uscito sul numero 1469 di Internazionale, a pagina 12. Compra questo numero | Abbonati