Jennifer Walters (Tatiana Maslany) è un’avvocata sui trent’anni, single, e si occupa principalmente di casi che coinvolgono i supereroi. C’è un’ulteriore complicazione: quando Jennifer perde le staffe si trasforma in She-Hulk, una gigante verde dotata di superpoteri. Gli autori della serie non si sono persi in una lunga storia sulle origini e sono andati dritti al sodo, mostrandoci una donna che deve districarsi tra carriera, vita privata e superpoteri. She-Hulk è l’ennesima dimostrazione che gli autori Marvel danno il meglio quando combinano grandi avventure con un umorismo consapevole. Chicago Reader

Questo articolo è uscito sul numero 1476 di Internazionale, a pagina 92. Compra questo numero | Abbonati