◆ La crisi climatica e l’aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità rendono più urgente il risparmio energetico. L’emittente tedesca Zdf ha realizzato una guida pratica per ridurre i consumi domestici. A differenza di altre guide, questa calcola il risparmio che si può ottenere con singole azioni, relativamente al mercato tedesco.

Il risparmio maggiore, stimato in 200-300 euro all’anno, si ottiene riducendo di un grado la temperatura del riscaldamento. In camera da letto si consiglia una temperatura di 17 gradi, in cucina di 18 e in soggiorno di 20. Di notte e quando la casa è vuota si può abbassare il riscaldamento. Anche il bagno offre buone opportunità di risparmio. Riducendo il tempo della doccia da otto a sei minuti, abbassando il flusso d’acqua e usando uno scaldabagno efficiente, è possibile mettere da parte 200 euro all’anno. Il passaggio all’illuminazione a led può far risparmiare dieci euro all’anno per lampadina. La lavatrice va usata a 30 gradi, a pieno carico, senza prelavaggio e con collegamento diretto all’acqua calda. Dato che l’asciugatrice è uno degli elettrodomestici la cui efficienza è aumentata di più, si consiglia di sostituire un apparecchio vecchio con uno nuovo. In cucina mettere i coperchi sulle pentole può far risparmiare venti euro all’anno. Con il forno, il frigorifero e la lavastoviglie si arriva a qualche decina di euro. Infine, eliminando lo stand-by degli apparecchi in soggiorno, con una presa multipla dotata di interruttore, si evita di spendere più di cento euro.

Questo articolo è uscito sul numero 1481 di Internazionale, a pagina 106. Compra questo numero | Abbonati