“L’America Latina è diventata la discarica della plastica prodotta e usata da altri paesi”. È la conclusione di un’inchiesta condotta per sei mesi dal sito peruviano Ojo Público. Migliaia di tonnellate di scarti di plastica arrivano ogni anno in Messico, Perù, Ecuador, Cile e Colombia dagli Stati Uniti e dai paesi dell’Unione europea con la promessa di essere riciclati e attraverso scambi poco trasparenti. In dieci anni il Messico, che è uno dei paesi del mondo con il più alto consumo di plastica, ha ricevuto 897mila tonnellate di scarti dagli Stati Uniti.

Questo articolo è uscito sul numero 1487 di Internazionale, a pagina 24. Compra questo numero | Abbonati