Foto di Agustin Marcarian, Reuters/Contrasto

La vicepresidente argentina Cristina Fernández ( nella foto ) è stata condannata il 6 dicembre a sei anni di prigione per amministrazione fraudolenta durante il suo governo e quello precedente (guidato dal suo defunto marito, Néstor Kirchner, dal 2003 al 2015). “Fernández, che è stata prosciolta dall’accusa di guidare un’associazione a delinquere, si dichiara vittima di una persecuzione giudiziaria”, scrive Bbc mundo. La vicepresidente non sarà arrestata perché è protetta dall’immunità parlamentare.

Internazionale pubblica ogni settimana una pagina di lettere. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo articolo. Scrivici a: posta@internazionale.it

Questo articolo è uscito sul numero 1491 di Internazionale, a pagina 31. Compra questo numero | Abbonati