Ispirata al manga del 2016 di Aiko Koyama, la serie firmata da Hirokazu Kore’eda (che ha realizzato sei episodi) ci porta nel mondo delle geishe, nel cuore del quartiere di Gion a Kyoto, in Giappone, dove resiste ancora questo mestiere, praticamente scomparso nel resto del paese. Kiyo e Sumire sono due maiko (apprendiste) che a sedici anni hanno lasciato la famiglia per cominciare la loro formazione. Kiyo è giudicata inadatta a diventare una geisha, ma si ricicla come cuoca del gruppo di apprendiste (makanai). E così la serie rende un sincero omaggio alla cucina tradizionale giapponese. Les Inrockuptibles

Questo articolo è uscito sul numero 1495 di Internazionale, a pagina 76. Compra questo numero | Abbonati