Sean Gallup, Getty

Dopo giorni di pressioni da parte degli alleati e tensioni all’interno del suo governo, il 25 gennaio il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato che la Germania fornirà all’Ucraina quattordici carri armati Leopard 2 ( nella foto ) e autorizzerà gli altri paesi europei a consegnare quelli in loro possesso. In totale Kiev potrebbe ricevere ottanta di questi mezzi, riferisce Der Spiegel. Scholz si è deciso a questo passo dopo che gli Stati Uniti hanno soddisfatto la principale condizione che aveva posto, impegnandosi a fornire all’Ucraina 31 carri armati Abrams nei prossimi mesi. Secondo la Russia si tratta di una “scelta estremamente pericolosa” che alzerà il livello del conflitto.

Questo articolo è uscito sul numero 1496 di Internazionale, a pagina 18. Compra questo numero | Abbonati