Dopo la fine di un podcast di culto da più di quattrocento episodi e della relazione più importante della sua vita, il giornalista Brendan Francis Newnam decide di visitare alcuni dei luoghi più ricchi di cultura gastronomica degli Stati Uniti. A ogni tappa chiede a un amico di raggiungerlo e insieme cominciano a girovagare per la città alla ricerca di qualche abitante del posto disposto a invitarli a casa sua per cucinare insieme. In questa puntata la tappa del viaggio è New Orleans e l’amica che lo raggiunge è la sceneggiatrice televisiva Danielle Henderson. Insieme provano a farsi invitare a casa di qualcuno per cucinare il gumbo, un piatto a base di riso ricoperto da una zuppa mista di gamberi, granchi, carne e verdure che prevede una cottura lenta. La loro ricerca passa per un bar che gira come una giostra per bambini, chiese in cui si canta e si suona musica gospel d’avanguardia, il memoriale della schiavitù e le tracce dell’uragano Katrina, fino a quando non trovano una persona che li invita a casa per provare il suo gumbo. Registrato prima del lockdown, Not lost è un viaggio nostalgico che esce dagli studi di registrazione per attraversare strade e voci, rinnovando lo stupore che può riservare l’incontro con le altre persone e la ricchezza che si sprigiona attorno a un piatto popolare.

Jonathan Zenti

Questo articolo è uscito sul numero 1462 di Internazionale, a pagina 98. Compra questo numero | Abbonati