17 dicembre 2014 18:50
  • Raúl Castro ha annunciato in un breve discorso letto alla tv di stato cubana che i tre agenti cubani Gerardo Hernández, Antonio Guerrero e Ramón Labañino saranno liberati dagli Stati Uniti.
  • Castro ha detto che le relazioni tra i due paesi si normalizzeranno, aggiungendo che la decisione di Obama merita “gratitudine e rispetto”. E ha ringraziato il Vaticano, papa Francesco e il Canada per il sostegno al processo di pace.
  • Ha aggiunto che le relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti saranno ristabilite, ma che questo non significa che il problema principale, cioè l’embargo economico e commerciale, sia stato risolto.
  • La proposta cubana al governo degli Stati Uniti è di adottare misure comuni per sospendere l’embargo.
  • Per Castro molto lavoro deve ancora essere fatto per togliere l’embargo economico e commerciale che ha causato enormi danni ai cubani. “Abbiamo molte differenze sulla sovranità nazionale, sulla democrazia, sui diritti umani e sulla politica estera, ma vogliamo anche affermare la nostra volontà a discutere di questi argomenti”, ha detto Castro.
  • Il leader cubano ha spiegato che il prigioniero statunitense Alan Gross è stato rilasciato per ragioni umanitarie.
  • Il nuovo corso dei rapporti tra Stati Uniti e Cuba prevede di rimuovere gli ostacoli, in particolare quelli che dividono le famiglie che vivono nei due paesi. Ci saranno nuovi voli diretti tra i due paesi, telecomunicazioni più facili e sarà ristabilito un servizio postale.