16 gennaio 2015 12:04

Sono tredici le persone arrestate ieri nei blitz delle forze dell’ordine contro il terrorismo in diverse città del Belgio. Le operazioni si sono svolte in tre città (Bruxelles, Verviers e Hal-Vilvorde) nell’ambito di un’inchiesta sul terrorismo contro un gruppo di jihadisti tornati dalla Siria che, secondo gli inquirenti, volevano organizzare degli attentati contro la polizia belga. A Verviers c’è stata una sparatoria, nella quale sono morti due presunti terroristi e un altro è rimasto ferito.

Gli arresti sono avvenuti a Molenbeek, Berchem e Bruxelles, ma anche in Francia, dove è stata richiesta l’estradizione per due persone. Ci sono state anche dodici perquisizioni, durante le quali sono stati trovati esplosivi e armi. A Verviers gli inquirenti hanno anche sequestrato delle uniformi da poliziotti.

I magistrati hanno dichiarato che non c’è nessun legame tra le persone arrestate in Belgio e quelle coinvolte negli attentati della settimana scorsa a Parigi. Sono state aumentate le misure di sicurezza attorno a caserme e commissariati. Le Soir, Reuters