Lega nord, aperta un’indagine sui rimborsi in Emilia

11 marzo 2015 19:11

Quarantotto esponenti della Lega nord risultano indagati dalla procura di Reggio Emilia per appropriazione indebita aggravata. Secondo gli inquirenti, alcuni dirigenti e militanti della Lega avrebbero usato 250mila euro di rimborsi, presi dalle casse del partito e incassati tra il 2009 e il 2012, per delle spese personali.

L’inchiesta risale al 2012, quando un ex esponente della Lega reggiana, Mauro Lusetti, decise di presentare un esposto alla procura locale. Lusetti venne espulso dal partito e fu indagato insieme ad altri politici e all’allora segretario della Lega nord Emilia, Angelo Alessandri.

“Quella che denunciano gli organi di stampa oggi è una vicenda vecchia, della quale eravamo perfettamente a conoscenza e sulla quale si sta già facendo la necessaria chiarezza”, ha scritto stamattina la Lega nord Emilia in una nota ufficiale, “la Lega ha verificato tutta la contabilità regionale sia attraverso gli organi locali, che con il supporto della sede federale di Milano e non è stata trovata nessuna irregolarità”. Askanews, Gazzetta di Reggio

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La trappola del tempo
Claudio Rossi Marcelli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.