14 aprile 2015 11:24

La presidente cilena, Michelle Bachelet, ha firmato un disegno di legge che introduce le unioni civili per le coppie omosessuali. La legge, chiamata Acuerdo de unión civil, entrerà in vigore a ottobre. La norma dà alle coppie di conviventi le stesse garanzie di quelle sposate: entrambi i partner possono ricevere i benefici pensionistici, ereditare i beni e i piani sanitari.

“Più di due milioni di persone convivono in Cile. Oggi vengono riconosciuti i loro diritti”, ha dichiarato la presidente Bachelet. Le associazioni per i diritti gay hanno accolto in modo favorevole l’approvazione del disegno di legge, augurandosi che sia un passo ulteriore verso l’approvazione dei matrimoni omosessuali.

Il Cile è stato per molto tempo uno dei paesi più conservatori dell’America Latina e nel 2004 è stato uno degli ultimi paesi nel mondo a legalizzare il divorzio, fa notare il New York Times.