22 aprile 2015 21:48

L’Arabia Saudita continuerà a usare la forza per fermare l’avanzata degli houthi nello Yemen. Lo ha detto l’ambasciatore saudita a Washington, Adel al Jubeir, nonostante l’annuncio di mettere fine all’offensiva militare fatto ieri da Riyadh. “Se gli houthi o i loro alleati compiranno azioni aggressive, ci sarà una risposta. La decisione di calmare la situazione è completamente nelle loro mani”, ha detto Al Jubeir ai giornalisti.

In seguito ai nuovi bombardamenti della coalizione guidata dall’Arabia Saudita sulla città di Taiz, i ribelli hanno chiesto la fine completa dei raid aerei prima di un’eventuale ripresa dei colloqui con il sostegno delle Nazioni Unite.