26 maggio 2015 21:33

Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha chiesto all’inviato speciale dell’Onu nello Yemen di rimandare i colloqui di pace previsti per il 28 maggio e fissare una nuova data. La decisione è stata presa dopo che il presidente Abd Rabbo Mansur Hadi ha posto come condizione alla sua partecipazione il ritiro dei ribelli houthi dai territori conquistati dall’inizio del conflitto.

“Il segretario generale è deluso che non sia stato possibile cominciare i negoziati il prima possibile e rilancia l’appello per le parti coinvolte nel conflitto a impegnarsi nelle consultazioni senza precondizioni e in buona fede”, ha dichiarato il portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric.