Medio Oriente

Le sei ragioni per cui siete confusi sulla Siria

In questi ultimi dieci anni abbiamo assistito alle conseguenze di sei grandi avvenimenti storici che hanno riscritto le regole sociali e politiche della regione. Leggi

L’attentato a Barcellona dimostra che i jihadisti sono ancora pericolosi

Le operazioni della coalizione internazionale non sono bastate a eliminare il pericolo del gruppo Stato islamico. Leggi

pubblicità
In Medio Oriente il problema non è l’islam ma il fallimento della politica

Periodicamente una domanda cruciale torna d’attualità: l’islamismo è una tendenza pericolosa perenne o è solo una fase passeggera? Leggi

Il mondo arabo ha dimenticato la Palestina

La Palestina resiste in linea di principio come emblema del mondo arabo, ma di fatto è stata spazzata via dalle lotte di potere e soffocata dall’illusione della pace. Leggi

L’Europa deve aiutare i sogni democratici del Medio Oriente

Non basta parlare solo con i leader autoritari, ignorando una generazione di giovani che chiedono democrazia. Leggi

pubblicità
Il Qatar nel mirino degli altri paesi del golfo Persico

Il paese ha creato Al Jazeera, è stato troppo indipendente dagli stati del Golfo, ha sostenuto i Fratelli musulmani e non è stato intransigente con l’Iran. Leggi

Il mondo all’una

Un arresto per l’attentato a Manchester, il viaggio di Donald Trump e le celebrazioni per la strage di Capaci: cos’è successo nel mondo. Leggi

Trump sceglie l’alleanza con i sauditi

Il presidente statunitense torna a una politica invecchiata schierandosi con l’Arabia Saudita e lasciando intendere che l’Iran sia il nemico da abbattere. Leggi

Cinque fantasmi si aggirano nel mondo arabo 

Sul futuro del mondo arabo pesano alcune figure storiche che sbarrano la strada alla democrazia e al superamento delle disuguaglianze economiche. Leggi

I conservatori iraniani hanno paura delle elezioni 

Il 19 maggio gli iraniani voteranno in un’elezione presidenziale molto importante per la repubblica islamica, per il Medio Oriente e il mondo intero. Leggi

pubblicità
Le prove di Parigi contro Assad sull’attacco chimico

Dopo l’analisi dei gas usati il 4 aprile contro la popolazione di Khan Sheikun, i servizi segreti francesi accusano Bashar al Assad per tre motivi. Leggi

Sciopero della fame dei detenuti palestinesi in Israele.
Sciopero della fame dei detenuti palestinesi in Israele. Più di 1.500 palestinesi detenuti nelle carceri israeliane hanno cominciato uno sciopero della fame collettivo per protestare contro le condizioni di detenzione e le politiche di incarcerazione di massa dei palestinesi adottate dallo stato ebraico. La protesta è guidata da Marwan Barghouti, uno storico leader politico palestinese, secondo il quale nelle prigioni israeliane sono attualmente rinchiusi 6.500 suoi connazionali.
Maysaloun Hamoud racconta una scena di Libere, disobbedienti, innamorate

“In questa scena vediamo Nour nell’appartamento che divide con Layla e Salma”, dice Maysaloun Hamoud, regista di Libere, disobbedienti, innamorate - In between, che racconta la storia di tre donne arabe che vivono insieme a Tel Aviv. “Nour balla in modo liberatorio e Layla si unisce a lei. L’appartamento è una specie di castello delle loro libertà, il luogo dove possono essere ciò che sono”. Leggi

Cosa può cambiare dopo l’attacco chimico in Siria

Oggi sappiamo che c’è stato sicuramente un attacco aereo con armi chimiche che ha colpito una zona controllata dai ribelli ostili al regime di Bashar al Assad. Dal punto di vista giuridico non è possibile accusare formalmente il regime siriano di crimini di guerra. In mancanza di prove, però, c’è un solido ragionamento logico che punta dritto contro l’esercito di Assad. Leggi

Le compagnie aeree coinvolte dal divieto su computer e portatili provano a reagire

Le compagnie aeree colpite dal divieto di portare computer e tablet a bordo degli aerei nelle tratte tra alcuni paesi del Medio Oriente e gli Stati Uniti hanno cercato di reagire con l’ironia, le poesie o i social network. Ma i loro tentativi sono poco convincenti per chi è in viaggio per affari. Leggi

pubblicità
Un palestinese ucciso per aver tentato di assalire dei poliziotti israeliani.
Un palestinese ucciso per aver tentato di assalire dei poliziotti israeliani. Un palestinese ha assalito con un paio di cesoie alcuni agenti israeliani che gli hanno sparato uccidendolo. L’episodio è avvenuto nella città vecchia di Gerusalemme est.
Sei anni di guerra in Siria raccontati per immagini 

Dal 15 marzo 2011 il conflitto in Siria ha causato 321mila morti e 145mila dispersi, oltre che milioni di rifugiati e di sfollati. La guerra civile è scoppiata dopo la primavera araba del 2011, quando migliaia di cittadini sono scesi in piazza per chiedere più democrazia e il regime di Bashar al Assad ha risposto con una repressione violentissima. Il video della Thomson Reuters Foundation ripercorre le tappe del conflitto. Leggi

La Russia nella trappola siriana

Il 23 febbraio a Ginevra è partito un nuovo ciclo di negoziati sulla Siria sotto l’egida dell’Onu. Stavolta i rappresentanti del regime siriano e dell’opposizione siedono faccia a faccia, e questo è il lato positivo. Ma ci sono anche diversi problemi, che riguardano soprattutto il ruolo di Mosca nella crisi. Leggi

Perché la questione palestinese torna a essere di attualità

Il riacutizzarsi delle tensioni tra israeliani e palestinesi pone una questione fondamentale: siamo al “canto del cigno” di un processo di pace che secondo molti è già morto da tempo? O invece la questione palestinese è centrale e continuerà a esserlo, a prescindere dalle nuove convulsioni del Medio Oriente? Leggi

I coloni israeliani lasceranno l’insediamento illegale di Amona, in Cisgiordania.
I coloni israeliani lasceranno l’insediamento illegale di Amona, in Cisgiordania. Dopo un incontro con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, una quarantina di famiglie di coloni israeliani ha accettato di lasciare l’insediamento illegale di Amona, in Cisgiordania. Amona è al centro di un lungo braccio di ferro tra autorità giudiziarie, parlamento israeliano e governo.
pubblicità