10 giugno 2015 14:02
L’intervento del presidente russo Vladimir Putin all’Expo di Milano, il 10 giugno. (Giuseppe Cacace, Afp)

Il presidente russo Vladimir Putin ha visitato insieme al presidente del consiglio Matteo Renzi l’esposizione internazionale di Milano, in occasione della Giornata nazionale della Russia. “Tra Italia e Russia esistono stretti rapporti da oltre 500 anni e insieme cooperiamo nell’arena internazionale, nell’interesse dei rispettivi paesi” ha dichiarato Putin, accompagnato in Italia dal ministro degli esteri russo Sergej Lavrov. “Siamo stati fra i primi a sostenere la domanda italiana di poter ospitare l’edizione 2015 dell’Expo” ha fatto notare Putin, ricordando che il padiglione russo è grande “oltre 4mila metri quadrati e mette in mostra il meglio del paese”. L’Italia è un “grande partner della Russia in Europa” ha detto ancora il presidente russo.

“Dall’Expo tutti insieme dobbiamo far ripartire la tradizionale amicizia tra Italia e Russia, per affrontare le sfide in cui abbiamo posizioni divergenti e quelle dove siamo insieme” ha sottolineato Renzi, seguito nella missione milanese dal ministro delle politiche agricole Maurizio Martina.

Il capo del governo ha ribadito la necessità di un impegno comune in politica estera: “Viviamo un quadro internazionale difficile, anche per questioni che non ci vedono uniti, ma che dovranno vederci sempre più dalla stesa parte, a cominciare dalla minaccia terroristica globale”.

Dopo una breve cerimonia i due leader hanno visitato i rispettivi padiglioni nazionali e poi si sono riuniti a colloquio. Hanno in programma una conferenza stampa prima che Putin voli a Roma dove nel pomeriggio incontrerà il presidente Sergio Mattarella e il papa, per un’udienza in Vaticano.