20 giugno 2015 13:40

Un’autobomba è esplosa a Sanaa, capitale dello Yemen, vicino alla moschea Qiba al Mahdi, frequentata dai ribelli sciiti houthi. Lo hanno riferito testimoni oculari, aggiungendo che il primo bilancio delle vittime è di almeno due morti e sei feriti.

Il gruppo Stato islamico ha rivendicato mercoledì 17 giugno la responsabilità di alcune autobombe che hanno ucciso due persone e ne hanno ferite altre decine, vicino alle moschee e le basi degli houthi nella capitale yemenita.