23 giugno 2015 14:03

Nessun esubero e una missione industriale per tutti gli stabilimenti Whirlpool in Italia. Questi i punti principali del piano presentato dai vertici di Whirlpool nel corso dell’incontro con i sindacati al ministero dello sviluppo economico.

Secondo fonti sindacali, il piano prevede l’impiego dei lavoratori senza esuberi e un polo europeo dei ricambi e accessori a Carinaro, lo stabilimento di Caserta.

L’azienda avrebbe inoltre previsto 530 milioni di euro di investimenti ai quali si aggiungerebbero ulteriori 30 milioni e il rientro di 650mila pezzi dalla Turchia, dalla Cina e dalla Polonia.

Il piano conferma che in Italia sarà concentrato il 75 per cento degli investimenti in ricerca e sviluppo, pari a 90 milioni di euro.

Il nuovo piano, dunque, non genererebbe esuberi strutturali e prevederebbe missioni industriali per tutti gli stabilimenti, aumentando la saturazione media dei siti dal 55 per cento al 70 per cento e 6,25 milioni di pezzi annui.

A Carinaro, inoltre, si investiranno 8 milioni di euro e sarà concentrata tutta l’attività relativa ad accessori e ricambi per i mercati dell’Unione europea, dell’Africa e del Medio Oriente.