23 giugno 2015 09:30

È salito a 450 il numero delle vittime dell’ondata di caldo straordinaria che ha colpito il Pakistan. Il bilancio è più che raddoppiato in un solo giorno, dato che fino a ieri i morti erano circa 180. La maggior parte dei decessi sono stati registrati a Karachi, la città più grande del paese, con venti milioni di abitanti, dove la temperatura ha toccato i 45 gradi centigradi. Nel paese si moltiplicano le interruzioni della corrente, compromettendo la distribuzione dell’acqua.