01 luglio 2015 17:37

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha annunciato che a partire dal 20 luglio Washington e L’Avana riapriranno le ambasciate nelle rispettive capitali. La decisione è stata convalidata dal presidente cubano Raúl Castro in una lettera indirizzata a Obama.

In un comunicato il governo cubano ha precisato che per favorire la normalizzazione dei rapporti diplomatici tra i due paesi, gli Stati Uniti dovrebbero eliminare l’embargo economico contro l’isola, riconsegnare la base militare di Guantanamo alla sovranità cubana e mettere fine ai programmi radiofonici e televisivi considerati “sovversivi”.

Nel suo discorso Obama ha chiesto al congresso, a maggioranza repubblicana, di eliminare l’embargo contro Cuba, in vigore dal 1961. Il presidente ha precisato che continueranno a esserci profonde differenze tra i due paesi, prima tra tutte la libertà di espressione che sull’isola è limitata, ma ha sottolineato che finora la politica di isolamento verso Cuba ha avuto solo effetti negativi.